Straniero tra la folla

Movimento Psicospirituale

Straniero tra la folla - Cap. 11

Analizzare le dinamiche relazionali è molto di più che un fatto psicologico, non possiamo svilire un dono così immenso, la crescita interiore dell’uomo, in un senso meramente psicologico. Cosa ci rimane quando non siamo più in grado di coltivare l’amore nelle relazioni? Probabilmente solo rapporti umani strumentali e tesi solo alla sopravvivenza, che non facilitano la ricerca del proprio vero Sé.

L’ascolto di se stessi presuppone la capacità di un ascolto profondo attraverso il silenzio. Quanto rumore abbiamo dovuto attraversare dal momento della nostra nascita? E’ il rumore di tutto quello che non avremo mai voluto sentire e che, nostro malgrado, ha invaso le nostre coscienze. Abbiamo subìto l’invasione di pressioni esterne che sono comunque riuscite ad  entrare dentro di noi ed hanno condizionato il nostro interiore. Lo hanno fatto contro la nostra volontà contaminando la nostra purezza. Ora abbiamo bisogno di recuperare la nostra integrità mai persa. Questo è possibile.

Straniero tra la folla

Movimento Psicospirituale

Straniero tra la folla - Cap. 12

Amare senza condizioni, contemplare la meraviglia della creazione, accorgermi di ciò che è reale, scoprire la verità, risvegliare la mia coscienza. Se è vero che l’amore è la forza naturale aggregativa delle singole molecole che poi interagiscono liberamente sulla base di questa forza, possiamo allora dire che la mancanza di libertà è il primo ostacolo all’evoluzione del creato. La mancanza di libertà sarebbe quindi, in questo senso, l’essenza del male.

La storia dell’uomo è stata caratterizzata, fin da sempre, dal trovare la via d’uscita dalla schiavitù, che è la mancanza di libertà, ovvero il controllo in tutte le sue forme, la prevaricazione, fino ad arrivare alle torture fisiche e morali. C’è da piangere nel ricordare tutte le forme di tortura e prevaricazione inventate dall’uomo per l’uomo nella storia fino ad oggi. Come può un uomo autorizzarsi a fare così male? Cosa rende lecito somministrare ad un altro essere umano una privazione della sua libertà di esistere? Perché uomini continuano ancora oggi a darsi questo diritto?

Straniero tra la folla

Movimento Psicospirituale

Straniero tra la folla - Cap. 14

La psicospiritualità ha come finalità quella di integrare l’intervento sociale e sanitario con i bisogni essenziali dell’uomo in quanto, dal nostro punto di vista, non dovrebbe esserci scollegamento tra questi aspetti. Siamo consapevoli dell’importanza dell’iniziativa che trova un riscontro nelle persone sensibili e orientate alla crescita interiore.

Esistono molti modi possibili di approcciare alla sofferenza dell’uomo ed il punto di partenza è sempre l’ascolto attivo. Abbiamo bisogno infatti di favorire che quella persona si apra per capire cosa stia chiedendo e di cosa abbia veramente bisogno. Nessun problema è psicospirituale di per sé, così come nessun problema è separato dalla psicospiritualità. Troppo facilmente si confonde la spiritualità, che spinge l’uomo nel concreto della vita e delle relazioni, con la religione, che invece è l’insieme delle pratiche e dei fondamenti teologici. Le intime correlazioni esistenti  tra le due sono il frutto della capacità del singolo uomo di porsi consapevolmente in un cammino di crescita interiore finalizzato alla ricerca dell’amore.

Straniero tra la folla

Movimento Psicospirituale

Straniero tra la folla - Cap. 13

Un nuovo giorno inizia, un nuovo tempo, una nuova opportunità. Dentro questa vita c’è una speranza che non ha fine: è la speranza che frantuma l’evidenza di una realtà terrena sempre difficile, dove ancora troppe cose affliggono l’uomo per potersi considerare soddisfatti del risultato ottenuto dall’umanità tutta intera. La gioia esiste, la pace anche, ma esistono solo dentro l’uomo, nell’animo umano. Poi la possiamo condividere, io e te, adesso. Un nuovo tempo è sempre a nostra disposizione. Solo così possiamo accorgerci della bellezza del creato.

Inizia il mio quotidiano che parte da questo contatto profondo al quale non posso più mancare. Il mio profondo quotidiano attraversa il tempo e lo spazio. E’ profondo dentro di me, è profondo anche nella realtà, perché non c’è nulla del presente che sia privo di grande valore. Un quotidiano di grande valore attende ciascuno di noi, senza eccezioni, perché nessun uomo è inutile. Perdere il valore del quotidiano è l’essenza dell’angoscia dell’uomo, perché un uomo che non è in contatto con il suo valore ed il valore della sua vita è un uomo in crisi.

Straniero tra la folla

Movimento Psicospirituale

Straniero tra la folla - Cap. 15

Il cammino psicospirituale non ha fine perché è connesso con il senso psicobiologico della vita. Ogni epoca ha le sue caratteristiche, ogni periodo della vita ha le sue peculiarità: non possiamo conoscere quello che ancora non abbiamo vissuto. Ciò che ci è vicino può non essere visto, ciò che ci è lontano può non essere intuito. Siamo sempre molto distratti da ciò che ci riguarda di più. E’ per questo che inizia un cammino psicospirituale, per favorire un risveglio che ci faccia riscoprire il valore profondo della nostra unica vita.

La mia vita, così confusa con le altre, cosi mescolata con ciò che non mi appartiene, così preziosa da richiedere un’attenzione speciale finalizzata alla scoperta del mio vero Sé. Presupposti culturali e ideologici sono binari che spingono in avanti in una direzione stabilita per evitare di disperdersi nel cammino, ma prima o poi bisogna scendere dal treno e avventurarsi. Lo so che è rischioso, ma quando il rischio è calcolato dobbiamo abbandonare la paura e trovare la fiducia che ci fa andare avanti.

Che cosa facciamo

  • Psicoterapia individuale e sistemica
  • Psichiatria
  • Meditazione silenziosa
  • Gruppi Sales
  • Cammino Psicospirituale
  • Mediazione dei conflitti
  • Counseling

Chi siamo?

Siamo un gruppo di professionisti e di volontari

uniti in una RETE di relazioni d'aiuto che integrano

le loro competenze per un comune intento:

la crescita interiore delle persone.

Contatti

Centro Poiesis
  Via dei Giudicati 22 - Cagliari - 2° P

070.504.604 - 327.2297626

info@movimentopsicospirituale.org

 http://www.centropoiesis.info