Straniero tra la folla

Movimento Psicospirituale

Straniero tra la folla - Cap. 22

Assumere un ruolo, perdere un ruolo, assumere un’identità, perdere un’identità, cercare di essere migliori, essere visti come peggiori, tutto ruota intorno ad un’idea superficiale piuttosto che ad una condizione profonda. Questo perché la condizione interiore profonda è quella che ci riguarda da vicino, mentre le identità ed i ruoli sono manifestazioni  temporanee del nostro essere. Non che le forme non siano importanti, ma non sempre esprimono in modo autentico chi siamo veramente.

Secondo la teoria della Gestalt, per comprendere il mondo circostante si tende a identificarvi forme: buona forma, prossimità, somiglianza, buona continuità, destino comune, figura-sfondo, movimento indotto, pregnanza. La materia che si condensa e forma un essere vivente deve assumere una “forma” per esistere, lo stesso la nostra psiche. Però dobbiamo stare attenti, perché è come acquistare un’auto per fare un viaggio: quello che conta è il viaggio e non il tipo di macchina. Il viaggio della nostra vita, in quale forma abbiamo la possibilità di farlo ed abbiamo deciso di farlo?

La nostra “finta vita” si manifesta in conseguenza del nostro esistere, perciò in conseguenza del  nostro esistere possiamo anche trovare il nostro “vero Sé”. Una vita finta che diventa vera è l’evento più emozionante che possiamo osservare, il più significativo, il più importante, quello che da un senso a tutta la nostra vita e la riscatta da tutte le difficoltà attraversate e da tutti i fallimenti vissuti. Una vita vera è la conversione del cuore.

Per questo siamo nati, per diventare ciò che siamo veramente. Questa ipotesi psicospirituale ci accarezzi e ci convinca della necessità di fermarsi spesso ad ascoltarci nel profondo. Cosa abbiamo di più importante, ora, io e te, di cui occuparci? Cosa c’è di più urgente e necessario di questo?

La nostra forma fisica e psichica è caratterizzante, ci rappresenta. Un cambiamento importante di forma è collegato ad un cambiamento interiore, sia in positivo che in negativo. Non parliamo semplicemente del nostro look, ma proprio di quello che trasmettiamo all’altro con la nostra persona, il nostro corpo, il nostro modo di agire: un’aura di luci ed ombre accompagna la nostra persona psicofisica.

Carlo (è un nome a caso) era sempre rimasto taciturno e schivo nei rapporti con gli altri mentre continuava il suo percorso di studi. Di aspetto delicato, magro e sempre elegante, per difendersi dal disagio conseguente al divario tra ciò che era e ciò che doveva essere, procedeva senza guardare nessuno e senza interagire con nessuno. Si occupava essenzialmente di realizzare una verosimile consegna familiare, per come aveva potuto recepirla, e si occupava principalmente di  tutto ciò che riguardava la realizzazione del progetto. Anni dopo, chi lo incontrava non poteva più riconoscerlo per come era diventato fisicamente e psicologicamente: completamente trasformato, loquace, espansivo, molto aumentato di peso, bizzarro nell’abbigliamento, propenso alla socialità. Queste due diverse forme del suo manifestarsi quanto e come hanno anche rappresentato, in qualche modo, qualcosa del suo essere?

A quale forma mi riferisco e mi identifico e quale esprime di più ciò che io sono? Tutte le fasi della nostra vita dicono qualcosa di noi, non buttiamo via nulla della nostra vita pur malandata. Perché tutto concorre al bene della nostra crescita interiore, mediante la consapevolezza profonda di ciò che veramente siamo.

Un abbraccio

Enrico Loria

Che cosa facciamo

  • Psicoterapia individuale e sistemica
  • Psichiatria
  • Meditazione silenziosa
  • Gruppi Sales
  • Cammino Psicospirituale
  • Mediazione dei conflitti
  • Counseling

Chi siamo?

Siamo un gruppo di professionisti e di volontari

uniti in una RETE di relazioni d'aiuto che integrano

le loro competenze per un comune intento:

la crescita interiore delle persone.

Contatti

Centro Poiesis
  Via dei Giudicati 22 - Cagliari - 2° P

070.504.604 - 327.2297626

info@movimentopsicospirituale.org

 http://www.centropoiesis.info